Il SISTRI sostituito dal Registro Elettronico Nazionale

 

Il Decreto-legge 135/2018 ha stabilito, a partire dal 1 gennaio 2019, l’abolizione del SISTRI e l’istituzione del Registro Elettronico Nazionale per la tracciabilità dei rifiuti.

Il nuovo Registro sarà gestito direttamente dal Ministero dell’Ambiente, che definirà, con successivo decreto, i termini e le modalità di iscrizione al Registro, l’organizzazione e il funzionamento di tale Registro, nonché l’importo dovuto a titolo di “diritti di segreteria” e l’importo del contributo annuo da versare a partire dal 2020.

Sono obbligati ad iscriversi al Registro Elettronico Nazionale:

  • per i Rifiuti Pericolosi: enti e imprese che effettuano il trattamento dei rifiuti, i produttori di tali rifiuti e gli enti e le imprese che li raccolgono o trasportano, a titolo professionale, o che operano in qualità di commercianti ed intermediari;
  • i Consorzi istituiti per il recupero ed il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti;
  • per i Rifiuti non Pericolosi: i soggetti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione, le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento e le imprese e gli enti produttori di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni artigianali, da attività industriali, i rifiuti derivanti dalle attività di recupero e smaltimento di rifiuti e di fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi (i soggetti obbligati alla presentazione del MUD, ai sensi dell’art. 189 c.3 del D. Lgs. 152/2006).
Documentazione completa

Decreto Legislativo n. 49/14
Decreto RAEE

Decreto Legislativo n.152/06
Decreto rifiuti - Codice dell'ambiente

Decreto Legislativo n.188/08
Decreto Pile ed Accumulatori

Decreto Legislativo n.205/10
Modifiche al D.Lgs.152 - Introduzione SISTRI

Decreto ministeriale  n.65/05
Decreto 1contro1

Decreto 5 maggio 11 (IV conto energia)
Decreto 6 luglio 12 (V conto energia)

Decreti impianti solari fotovoltaici

Disciplinare Tecnico GSE (dic 2012)
Requisiti per i Sisitemi/Consorzi di riciclo

i punti di forza di remedia tsr

Convenienza

  • Tariffe competitive
  • Unico referente
  • Puntualità ed elevati livelli di servizio in tutta Italia

Qualità

  • Tracciabilità
  • Azienda parte di Consorzio Remedia
  • Migliori standard qualitativi ed operativi

Flessibilità

  • Assistenza qualificata
  • Personalizzazione del servizio
  • Realizzazione di progetti di innovazione